I 10 Impegni per le scuole che aderiscono a Senza Zaino

Le scuole che aderiscono al progetto Senza Zaino si impegnano ad inserirlo nel P.T.O.F. e:

  1. A confrontarsi con le linee guida assumendone i valori di ospitalità (accoglienza), responsabilità (coinvolgimento attivo degli alunni), comunità (promozione di un apprendimento centrato sulla ricerca, sullo sviluppo e scambio di buone pratiche, sulla disponibilità a cooperare);
  2. A rivedere l'organizzazione dell'ambiente (lay - out) ed in particolare a risistemare gli spazi e gli arredi dell'aula e della scuola secondo le linee - guida del progetto;
  3. A togliere lo zaino come gesto concreto e simbolico (sostituzione con una semplice valigetta, borsa a tracolla, ecc.);
  4. Ad adottare progressivamente il metodo di lavoro del GCA. A tal proposito viene fornita a ciascuna scuola la Guida Operativa di Senza Zaino che offre spunti, indicazioni e materiali;
  5. A dotare l'aula e la scuola di strumenti e materiali (di cancelleria, di gestione, di apprendimento); che facilitino una didattica laboratoriale;
  6. A essere disponibili per visite da parte dei responsabili di Senza Zaino e da parte di altre scuole SZ e non;
  7. A sviluppare un processo di formazione che prevede:
    • formazione iniziale di almeno 20 ore;
    • formazione continua di almeno 10 ore l'anno;
    • consulenza in situazione destinata ai docenti delle classi interessate;
    • partecipazione alle iniziative regionali (seminari, convegni, workshop ...);
  8. A impegnare l'istituto scolastico:
    • ad aderire alla rete di scuole Senza Zaino mediante la firma dell'apposito "accordo";
    • a nominare un docente referente con compiti di coordinamento interno e di raccordo con il gruppo regionale, preferibilmente con funzione strumentale;
    • a prevedere nuove forme di documentazione ufficiale coerenti col metodo del GCA eventualmente sostitutive di quelle esistenti;
  9. A coinvolgere i genitori nella proposta pedagogica;
  10. A coinvolgere il territorio e in modo particolare l'amministrazione locale (Comune, Provincia, Comunità Montana...) nel sostegno al progetto, anche attraverso la redazione di appositi protocolli.

Chi Siamo

I TEMPI E I LUOGHI

Il progetto è stato avviato nell'anno scolastico 2014-2015 nel plesso di Via Gramsci. Le classi Senza Zaino sono oggi 7: 1^D, 1^E, 1^G, 2^D, 2^E, 2^F.

L'edificio è stato ristrutturato nei mesi estivi e tutti gli spazi sono stati completamente ridisegnati per creare aule allestite in maniera coerente con le finalità e le attività previste dal progetto.

All'allestimento degli ambienti hanno contribuito l'Istituzione Scolastica, il Comune di Cassano delle Murge, i docenti, il Comitato Genitori e soprattutto il generato contributo di numerose associazione e società, tra cui la Banca Popolare di Bari.

LE RISORSE MATERIALI

Il concetto alla base del Progetto, come indica la stessa denominazione, è il "togliere" materialmente lo zaino, gesto della forte valenza simbolica che implica la condivisione dei materiali all'interno del gruppo classe.

Quaderni, colori, strumenti didattici sono forniti agli alunni dall'Istituzione Scolastica con il contributo dei genitori. La scuola ha provveduto anche all'acquisto di arredi "a misura di bambino".

Referente del progetto Senza Zaino è il docente Roberto Angiulo; referente delle classi prime 2015-2016 è la docente Rossella Mariani.