ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE "PEROTTI-RUFFO"

Eventi

L'Ora del Codice, in inglese The Hour of Code, è un'iniziativa nata negli Stati Uniti nel 2013 per far sì che ogni studente, in ogni scuola del mondo, svolga almeno un'ora di programmazione. L'obiettivo non è quello quello di far diventare tutti dei programmatori informatici, ma di diffondere conoscenze scientifiche di base per la comprensione della società moderna. Capire i principi alla base del funzionamento dei sistemi e della tecnologia informatica è altrettanto importante del capire come funzionano l'elettricità o la cellula. È necessario che gli studenti apprendano questa cultura scientifica qualunque sia il lavoro che desiderano fare da grandi: medici, avvocati, giornalisti, imprenditori, amministratori, politici, e così via. Inoltre, la conoscenza dei concetti fondamentali dell'informatica aiuta a sviluppare la capacità di risoluzione di problemi e la creatività. Nel 2013 questa iniziativa ha portato in una sola settimana 15 milioni di studenti americani a sperimentare un'ora di programmazione informatica. Successivamente, e in tutto il mondo, il numero di persone che ha avuto questa esperienza è arrivato a 200 milioni. In Italia, a partire da settembre 2014 quest'iniziativa dell'Ora del Codice è stata proposta a tutte le scuole nell'ambito del progetto Programma il Futuro, descritto più estesamente qui. L'evento si svolge nell'ambito della Settimana di Educazione all'Informatica, quest'anno dal 4 al 10 dicembre 2017, e l'Italia è sempre stata il primo Paese al mondo per partecipazione all'Ora del Codice. Il MIUR, in collaborazione con il CINI – Consorzio Interuniversitario Nazionale per l’Informatica, ha avviato questa iniziativa con l’obiettivo di fornire alle scuole una serie di strumenti semplici, divertenti e facilmente accessibili per formare gli studenti ai concetti di base dell'informatica. Il progetto è stato riconosciuto come iniziativa di eccellenza europea per l'istruzione digitale nell’ambito degli European Digital Skills Awards 2016. L’iniziativa, con la partecipazione nell'a.s. 2016-17 di oltre 1.600.000 studenti, 25.000 insegnanti e 5.800 scuole in tutta Italia, colloca il nostro Paese all’avanguardia in Europa e nel mondo. Nel corso dei primi due anni di progetto gli studenti hanno complessivamente svolto più di dieci milioni di ore di informatica e più di 22 milioni nel solo a.s. 2016-17. L'I.C. Perotti Ruffo nell' anno 2017-18 ha partecipato a questa iniziativa coinvolgendo le classi prime digitali : IA, IC,IE e la classe analogica ID (in modalità condivisa) vedendo coinvolti i docenti di Tecnologia Prof. Antonio Capone (Animatore Digitale per le classi IC, IE e ID) e la Prof. Francesca Frascolla (IA). A seguire potete vedere un video che spiega la modalità di fruizione dell'iniziativa e alcuni fotogrammi dell'evento.

Prof. Antonio Capone

 

Giovedì 30 novembre si è svolta la serata conclusiva del concorso "Cassano con i miei occhi".  Concorso fotografico organizzato dalla associazione "Siamo Cassano"  che ha visto i ragazzi della scuola media "Ruffo" impegnati per le vie del paese a caccia dello scatto "giusto".  Con le prime 12 foto classificate verrà realizzato un calendario rappresentativo della manifestazione.  Di seguito la presentazione fotografica dell'evento.

prof. Raffaele Racanelli

 

 

 

Presentazione fotografica di alcuni dei lavori realizzati nell'ambito del progetto di accoglienza a.s. 2017/2018. 

prof. Raffaele Racanelli

 

 

 

 

Presentazione fotografica del primo convegno per i genitori "Senza Zaino" ed inaugurazione della "Fabbrica degli Strumenti" . Cassano delle murge 13 maggio 2017.

Presentazione video della manifestazione "Festa della Musica" evento conclusivo di una serie di progetti tra cui:

"Musica di insieme" con le esibizioni strumentali e vocali di tutte le classi della S.S.P.G. "V. Ruffo";

"Rappando" con la presentazione in RAP dell'Odissea di Omero, elaborata nell'ambito del progetto "Diritti a Scuola" con le classi prime;

"Le quattro R" con esposizione, da parte degli alunni della classe 1°C della S.S.P.G. "V. Ruffo", degli strumenti musicali ottenuti con materiale di riciclo e di ulteriori elaborati bidimensionali e tridimensionali ottenuti anch'essi con materiale di riciclo;

"Falsi d'Autore" con esposizione degli elaborati delle classi terze;

Il tutto curato dalle docenti di Arte e Immagine prof.ssa Molignani M. e Rizzi A.; la docente di Ed. Musicale Minafra I., tutte le docenti coinvolte nel progetto "Diritti a Scuola" e i ragazzi della S.S.P.G. "V. Ruffo".